Caratteristiche dell'herpes nelle donne

Особенности герпеса у женщин

L'herpes nelle donne è una malattia abbastanza specifica e ha molte caratteristiche del decorso e un effetto generale sul corpo. Inoltre, tale specificità è caratteristica sia per l'herpes sulle labbra che per l'herpes genitale. Tuttavia, è l'herpes genitale che causa molti più inconvenienti nella sua vita personale ed è associato a complicanze più gravi, specialmente nella fase della gravidanza, quindi sarà principalmente a questo proposito.

La principale specificità dell'herpes nelle donne è associata ai processi fisiologici insiti in essi - il ciclo mestruale, la gravidanza, il parto e l'allattamento al seno, che colpiscono l'intero organismo nel suo complesso e in particolare lo stato del sistema immunitario (come è noto, è l'immunità che è il principale deterrente per le esacerbazioni dell'herpes). Ma anche nella fase dell'infezione, le donne sono generalmente più vulnerabili degli uomini.

Sensibilità delle donne all'herpes


Le statistiche sull'infezione delle donne con herpes sono abbastanza chiare.

L'herpes sulle labbra di una donna si infetta in media più tardi degli uomini. Tuttavia, la maggior parte delle infezioni si verificano durante l'infanzia. Colpisce la grande pulizia delle ragazze nella vita di tutti i giorni e la loro accuratezza nel comunicare con gli altri.

L'herpes genitale, al contrario, le ragazze e le donne sono infette quattro volte più spesso degli uomini con lo stesso numero di partner sessuali. Ciò è dovuto al fatto che durante il contatto sessuale il virus entra direttamente nelle mucose della vagina e il percorso per infettare le cellule epiteliali è aperto.

Il modo principale per infettare le donne con herpes genitale è attraverso il contatto diretto. L'infezione da goccioline trasportate dall'aria o con mezzi domestici è molto rara ed è associata principalmente all'uso di asciugamani, prodotti per l'igiene e elettrodomestici comuni a un gruppo di persone (in un ostello, in famiglia o in campeggio).

Allo stesso modo, le ricadute di herpes nelle donne si verificano un po 'più spesso che negli uomini.

Cause e frequenza della riattivazione dell'herpes


Recidive di herpes in tutti i vettori e infetti si verificano a causa dell'immunità indebolita e della comparsa del virus la possibilità di riproduzione esplosiva nei tessuti del corpo. Le cause principali e universali per entrambi i sessi di tale diminuzione dell'immunità sono:

  • malattie somatiche
  • mancanza di vitamine nella dieta
  • sollecitazioni
  • fumo, alcolismo, tossicodipendenza
  • sovraccarico di lavoro, mancanza di sonno
  • surriscaldamento al sole o ipotermia
  • la presenza di immunodeficienze
  • immunosoppressione farmacologica o terapeutica.

Le donne hanno altre due ragioni per indebolire l'immunità: le mestruazioni e la gravidanza con successivo parto. Loro, in particolare le mestruazioni, portano ad un aumento della ricorrenza dell'herpes rispetto a una situazione simile negli uomini.

Va notato che le mestruazioni e la sindrome premestruale da sole non portano a un indebolimento del sistema immunitario. Una diminuzione dell'immunità si verifica per qualsiasi altro motivo, ma le mestruazioni qui sono una specie di fattore scatenante che avvia il processo. In un organismo dotato di vitamine, sane e forti, anche con mestruazioni pesanti e pronunciate, una diminuzione dell'immunità è piuttosto rara.

Nella pratica medica, si nota anche il verificarsi di recidiva di herpes dopo un aborto e l'installazione di un dispositivo intrauterino. Presumibilmente, l'uso di contraccettivi orali è anche un fattore di rischio per la riattivazione del virus.

Il corso dell'herpes genitale nelle donne: fasi, sintomi e tempistica

La natura del decorso dell'esacerbazione dell'herpes nelle donne è generalmente simile a quella negli uomini, con solo alcune caratteristiche distintive. Per descrivere questo processo, è più conveniente dividere l'intero periodo dai primi sintomi per completare il recupero in diverse fasi:

  1. La prima fase è anche chiamata prodromica ed è caratterizzata dalla comparsa di sintomi generalizzati: febbre, cattiva salute, sensazioni di prurito e dolore nel perineo. Parallelamente a questi sintomi, si possono avvertire dolori ai fianchi, a volte restituire alla parte bassa della schiena, intorpidimento e gonfiore nell'area genitale. I luoghi di future eruzioni cutanee iniziano a diventare rossi. La durata di questa fase è di circa 2-3 giorni.
  2. Nella seconda fase, inizia la comparsa di bolle trasparenti piene di liquido. Sono già molto dolorosi al momento del loro aspetto e quando crescono e maturano, causano prurito e dolore sempre più acuti. Molto spesso, queste vescicole sono distribuite sulle piccole labbra e sulle piccole labbra, nel perineo, sulle pareti della vagina e sulla cervice. Se una donna ha contratto l'herpes durante il sesso anale, si verificano eruzioni cutanee vicino all'ano, sui glutei, sulle pareti del retto. In quest'ultimo caso, possono portare a crepe rettali. Alla fine di questo stadio, le vescicole si scuriscono e diventano giallo-biancastre. La durata di questa fase è di circa 4-5 giorni.
  3. Lo stadio di rottura delle bolle, il deflusso di liquido da esse e la formazione di croste. Al posto di ogni bolla che esplode, si forma una piccola ulcera, che rapidamente - per diverse decine di minuti - viene coperta da una crosta secca. Dopo 6-8 giorni, c'è una completa rigenerazione della superficie della pelle nell'area delle piaghe e spargimento di croste. Nello stato normale del sistema immunitario e in assenza di immunodeficienze, dopo questa fase non vi è traccia di recidiva sulla pelle.

Le ricadute dell'herpes genitale nelle donne si verificano in circa un terzo di quelle infette. Con l'herpes orofacciale (raffreddore sulle labbra), questo valore è più alto - quasi l'80% delle donne infette da herpes ha almeno una volta nella vita ripetute eruzioni cutanee sulle labbra.

Le forme atipiche del decorso della malattia sono particolarmente comuni nelle donne. Quindi, nel 65% dei casi, le donne hanno una forma asintomatica di herpes genitale, in cui non si osservano affatto manifestazioni esterne della malattia. Secondo le statistiche, oltre la metà delle donne infette da herpes in giovane età, nel tempo, i sintomi dell'herpes diventano meno pronunciati e dopo 10-15 anni la malattia si trasforma completamente in una forma asintomatica. Possono verificarsi ricadute in cui sono pronunciati solo alcuni sintomi caratteristici: comparsa di vescicole, infiammazione, dolore, emorragia. Dal tipo di sintomo manifestato, la stessa forma di herpes è chiamata: bollosa, pruriginosa, emorragica.

Per le donne, il grave trasferimento psicologico delle recidive dell'herpes genitale è particolarmente caratteristico. La ragione qui non è tanto nel dolore e talvolta nelle complicazioni, quanto nello stress derivante dalla consapevolezza dell'infezione da una malattia venerea. Per questo motivo, sono le donne inclini a ritirarsi in se stesse, sviluppare depressione, nevrosi, sviluppare un complesso di inferiorità, fobia sociale, pensieri suicidi e paura del sesso.

Vale la pena ricordare che milioni di donne in tutto il mondo vivono abbastanza al sicuro con l'herpes genitale. Hanno figli, un coniuge amorevole e parenti e possono ricordare l'herpes stesso una o due volte nella loro vita. Con la prevenzione competente della ricaduta e la lotta contro il virus durante i periodi di esacerbazione, la malattia non provoca alcun danno agli organi interni e, quando conduce uno stile di vita sano, potrebbe non ricordare mai se stessa.

Tuttavia, se si verifica l'esacerbazione iniziale o la ricaduta dell'herpes, è necessario non farsi prendere dal panico, ma prendere tutte le misure rapidamente e rapidamente per combattere la malattia.

Diagnosi di herpes nelle donne

Al primo sospetto dell'inizio della ricorrenza dell'herpes, è urgente consultare un medico per una diagnosi. Di norma, nella maggior parte dei casi, sarà sufficiente un semplice esame visivo per consentire al medico di comprendere la situazione in clinica.

Con questo esame, una donna si spoglia dal fondo alla vita e si sdraia sulla sedia ginecologica. Il medico esamina la presenza di eruzioni cutanee dei genitali esterni, del perineo e con l'aiuto di uno specchio ginecologico: le superfici interne della vagina. Dalla superficie della vagina, della cervice e delle pareti dell'uretra, il medico può eseguire una raschiatura. Se le eruzioni cutanee sono nell'ano, dovrai prendere una macchia dal retto per l'analisi.

In molti casi, l'herpes inizia a manifestarsi come sintomi non del tutto tipici per lui. Inoltre, se il paziente si rivolge al medico nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, i sintomi principali non hanno ancora il tempo di manifestarsi e potrebbe esserci un errore nel fare una diagnosi basata solo su dati visivi. Pertanto, in questo caso, è necessario condurre test speciali:

  • isolamento e digitazione del virus su terreni di coltura speciali. Questo test è molto preciso e la sua sensibilità è dell'80-100%. I risultati sono pronti in 2-3 giorni.
  • Rilevazione di antigeni. Questo è il test più veloce in una o due ore, ma ha una specificità del 90% e solo una sensibilità del 70-75%.
  • La PCR, o reazione a catena della polimerasi, è un test abbastanza specifico (fino al 100%) e sensibile (circa il 95%) effettuato per due giorni.
  • Test immunoassorbente enzimatico (ELISA), che non consente di distinguere tra i virus dell'herpes di tipo 1 e 2 tra loro e pertanto viene utilizzato solo nella diagnosi dell'herpes neonatale.

Per la determinazione più affidabile del tipo di virus, si consiglia di eseguire test sierologici due volte con un intervallo di 5-6 giorni tra di loro.

Possibili complicanze dell'herpes nelle donne

L'herpes genitale, quando trasferito con un significativo indebolimento del sistema immunitario, può influenzare seriamente vari organi interni e portare a varie complicazioni.

Gli organi interni più vulnerabili per l'herpes sono:

  • vagina ed entrata in esso
  • cervice, il suo corpo e la mucosa
  • tube di Falloppio
  • ovaia
  • uretra
  • ano
  • canale cervicale
  • uretra
  • vescica
  • fiala rettale.

Di conseguenza, dopo un danno a questi organi, esiste un alto rischio di sviluppare cistite, uretrite, fessura rettale e herpes uretra. Studi recenti confermano il legame tra l'herpes genitale e il cancro cervicale.

Trattamento dell'herpes nelle donne

Il trattamento dell'herpes nelle donne consiste nell'utilizzare farmaci antivirali, alleviare i sintomi e proteggere da possibili complicanze.

Degli agenti antivirali, Acyclovir, Famciclovir e Valaciclovir sono i più comunemente usati. Di questi, Acyclovir provoca gli effetti collaterali minimi e quindi viene usato con successo per il trattamento di madri e neonati in gravidanza, in allattamento. Allo stesso tempo, Famciclovir e Valaciclovir sono più efficaci.

È importante che quando si usano farmaci antivirali nella fase prodromica della malattia, è possibile evitare la manifestazione di sintomi spiacevoli di herpes sulle labbra (piaghe) e proteggersi dalle complicazioni dell'herpes genitale.

Per alleviare il dolore e il prurito, vengono utilizzati analgesici locali e anestetici generali.

Alle donne in gravidanza con sintomi di ricorrenza dell'herpes nell'ultimo mese di gravidanza viene prescritto l'uso continuo di Acyclovir per sopprimere l'attività dell'herpes e garantire la possibilità di un parto naturale sicuro.

Valacyclovir e Famciclovir durante la gravidanza e l'allattamento sono usati solo su raccomandazione di un medico osservatore.

Herpes in donne in gravidanza e in allattamento

Per le donne in gravidanza, la rilevanza della prevenzione e della protezione contro l'herpes è estremamente elevata. Se non altro perché quasi un terzo delle donne in gravidanza ha anticorpi del virus dell'herpes di tipo 2 nel sangue.

Secondo gli studi, se durante la gravidanza la madre ha contratto l'herpes senza averlo prima, la probabilità di infezione del feto è del 50%. Non importa quale herpes, labiale o genitale, una donna abbia contratto. Con una ricaduta durante la gravidanza, il feto viene infettato nell'8% dei casi.

D'altra parte, nel 70% dei bambini nati con herpes neonatale, le madri non hanno sintomi pronunciati della malattia.

Il virus dell'herpes simplex più pericoloso è che nell'attività teratogena è secondo solo al virus della rosolia. Ciò significa che in molti casi il virus dell'herpes ricorrente nella madre porta allo sviluppo di varie deformità nel feto.

Il rischio di trasmissione intrauterina dell'herpes aumenta con un aumento del periodo per il quale la madre viene infettata dall'herpes, nonché con una diminuzione dell'età della donna stessa. Le madri di età inferiore ai 21 anni trasmettono il virus dell'herpes ai loro bambini, soprattutto spesso.

Molto spesso, il bambino viene infettato dalla madre durante il parto. Il metodo di parto influenza anche la probabilità che un bambino si infetti: con taglio cesareo, il rischio di trasmissione è ridotto di cinque volte rispetto al parto naturale. Per questo motivo, con una ricaduta dell'herpes in gravidanza avanzata o al momento del parto, è indicato un taglio cesareo .

In generale, l'infezione intrauterina del feto si verifica nel 5% dei casi, l'infezione del bambino quando passa attraverso il canale del parto - nell'85% dei casi e l'infezione nei primi giorni, o addirittura ore dopo il parto, da una madre malata o da personale medico - nel 10% dei casi.

Se la madre ha contratto l'infezione primaria molto prima della gravidanza, e ancora di più - è riuscita a subire diverse ricadute, allora con un'alta probabilità il bambino sarà protetto dall'herpes dagli anticorpi da lei trasmessi. Solo in rari casi, il loro numero non è sufficiente, o durante la gravidanza, la madre viene infettata da un nuovo ceppo del virus, che porta all'infezione del bambino.

In alcune situazioni, la condizione del feto non è influenzata dal virus dell'herpes stesso, ma dallo stato della madre con un'infezione complicata: febbre, febbre, intossicazione.

Se il rischio di recidiva di herpes durante la gravidanza è abbastanza alto, ricorrere alla seguente sequenza di azioni per prevenire l'infezione del bambino:

  1. I test necessari vengono eseguiti sia nella madre che nel marito o nel partner sessuale durante la gravidanza al fine di identificare e digitare il virus dell'herpes in entrambi.
  2. Esame del canale del parto della madre, della vulva e del perineo alcuni giorni prima della nascita e immediatamente di fronte a loro. Lo scopo di tale esame è quello di rilevare eruzioni erpetiche, che possono verificarsi senza gravi sintomi di dolore.
  3. Le donne che hanno un'infezione ricorrente vengono trasferite in un reparto separato per il parto e viene condotto uno studio sul contenuto del canale cervicale.
  4. Il parto viene effettuato prontamente e, se possibile, fino alla rottura delle membrane.
  5. Il bambino viene isolato dalla madre fino alla scomparsa dei sintomi della ricaduta dell'herpes.

Tuttavia, anche tali tattiche non garantiscono l'assenza di infezione del bambino: in più della metà dei casi, la ricorrenza dell'herpes è asintomatica, a seguito della quale i medici non adottano misure di sicurezza.

Tutti i casi di infezione e recidiva di herpes da parte di una donna incinta sono divisi in diversi gruppi, per ognuno dei quali vengono prese alcune misure specifiche:

  • Se meno di un mese prima della nascita, la madre per la prima volta nella sua vita nota la manifestazione dell'herpes genitale. In questo caso, il rischio di sviluppare l'herpes in un bambino raggiunge il 70% e il parto viene effettuato solo con taglio cesareo. Tuttavia, con un'infezione da herpes della cervice, anche un'operazione non darà risultati. In questo caso, Acyclovir viene somministrato per via endovenosa al neonato.
  • Se il primo attacco di herpes genitale si verifica nel primo trimestre di gravidanza, questa è un'indicazione per l'interruzione della gravidanza. Se si verifica una ricaduta durante questo periodo, il rischio di sviluppare malformazioni nel feto raggiunge l'8%.
  • Nel caso in cui si verifichi una ricaduta dell'herpes genitale una settimana prima della nascita, viene prescritto un taglio cesareo e, a determinate condizioni, la somministrazione endovenosa di Acyclovir al neonato. Il rischio di herpes neonatale in questo caso è di circa il 4%. Dopo il parto, è necessario un attento monitoraggio delle condizioni del neonato e, se i sintomi della malattia sono rivelati in lui, una terapia appropriata.
  • Se una donna incinta o il suo partner avevano una storia di recidiva di herpes genitale, ma non sono stati osservati sintomi durante la gravidanza, il rischio di herpes neonatale è dello 0,1%. Allo stesso tempo, 2 settimane prima della nascita, viene eseguita la PCR, prima della nascita, il canale del parto viene disinfettato con iodato e, in assenza di ricaduta, la donna partorisce naturalmente. Un neonato viene monitorato con l'esecuzione di alcuni test. In questo caso, la sicurezza del parto può essere aumentata applicando una compressa 4 volte al giorno nelle ultime 2 settimane prima del parto Acyclovir.
  • Se né la donna incinta né il suo partner sessuale presentano manifestazioni di herpes genitale, si raccomanda di usare solo il preservativo durante la gravidanza ed evitare rapporti sessuali accidentali.

Se in seguito il neonato sviluppa sintomi di herpes, gli viene somministrato Acyclovir in una quantità di 30-60 mg per chilogrammo di peso corporeo al giorno per tre settimane durante tutte le tre settimane durante l'intero periodo.

Come non lasciare l'herpes con possibilità: prevenzione dell'infezione e recidiva della malattia

Le principali regole di protezione contro l'infezione da herpes, in particolare i genitali, sono di osservare le regole di igiene nella vita di tutti i giorni e mantenere una vita sessuale ordinata, idealmente con un partner sano.

Un importante principio di prevenzione dell'herpes è l'uso di preservativi e Miramistin quando si fa sesso. Lo spray Panavir Intim è ben consolidato, raccomandato per il trattamento profilattico del perineo e degli organi genitali esterni prima di fare sesso.

Inoltre, è stato per le donne che il vaccino Herpevac si è dimostrato efficace. Secondo una ricerca nel 73% dei casi, le donne che facevano regolarmente sesso con uomini con herpes genitale non erano infette.

La prevenzione delle recidive dell'herpes è una corretta alimentazione e il mantenimento di uno stile di vita sano: abbondanza di movimento, buon sonno, frequente esposizione all'aria fresca, un gran numero di vitamine necessarie nella dieta e l'assenza di stress grave prolungato. Qui è molto importante trattare rapidamente e nel modo più efficace possibile i raffreddori emergenti o le malattie infettive che contribuiscono a indebolire il sistema immunitario e aumentare la probabilità di una ricaduta. Con questa profilassi, anche con il virus presente nel corpo, una donna non lo ricorderà mai nella sua vita.

вирусах герпеса Informazioni sui virus dell'herpes
лечение герпеса A proposito del trattamento dell'herpes