Herpes nei bambini: ogni genitore deve sapere

Особенности герпеса у детей

La specificità dell'herpes come malattia è che i bambini ne vengono infettati molto più spesso degli adulti. La ragione qui è la diffusa prevalenza del virus: anche se genitori e parenti immediati non hanno l'herpes labiale, già all'età di due o tre anni il bambino incontra involontariamente un portatore. E quanti bambini vengono infettati da madri malate durante la gravidanza o dopo il parto!

Va detto subito: è impossibile proteggere il bambino dalle infezioni con un normale sistema immunitario e condizioni di salute, creando condizioni sterili per lui, dalle infezioni. Il corpo umano è in grado di sviluppare l'immunità per tutta la vita a quasi tutti i tipi di herpes, e se il bambino soffre di una malattia una volta, e per il resto della sua vita sarà già protetto in modo affidabile.

È solo importante che questa prima infezione passi facilmente e senza complicazioni. E qui devi già conoscere i dettagli di diversi tipi di virus e il loro effetto sul corpo del bambino.

Tipi di herpes comuni nei bambini


Degli oltre 200 tipi di herpes virus, i più comuni nell'uomo sono 6 tipi. I bambini si infettano con loro facilmente come gli adulti, e quindi in molti casi si ammalano con le corrispondenti malattie in giovane età. Questi virus includono:

  • virus dell'herpes di tipo 1 e 2, che portano a tutte le eruzioni cutanee note sotto forma di vescicole trasparenti nel luogo in cui si è verificata l'infezione. I bambini molto spesso portano il virus attraverso la bocca con mani non lavate, oggetti domestici e cibo. Pertanto, hanno sintomi di herpes simplex più spesso localizzati sulle labbra.
  • Virus dell'herpes di tipo 3, chiamato in latino Varicella zoster. Causa la varicella, che in rari casi di persone che si sono già riprese da essa, viene di volta in volta sostituita da herpes zoster ricorrente.
  • Virus dell'herpes di tipo 4 o virus di Epstein-Barr, che è la causa dello sviluppo della mononucleosi infettiva. Secondo le statistiche, all'età di 13 anni, fino alla metà dei bambini la cui malattia si presenta in forma sfocata o asintomatica viene infettata da questo virus. La terribile conseguenza della contrazione di questo virus è il linfoma di Burkitt, che colpisce i bambini dell'Africa equatoriale.
  • Virus dell'herpes simplex di tipo 5, chiamato anche citomegalovirus. La sua peculiarità è nella maggior parte dei casi l'infezione asintomatica e l'assenza di conseguenze dell'infezione, motivo per cui la stragrande maggioranza delle persone, compresi i bambini, ne sono portatori.
  • Virus dell'herpes simplex di tipo 6, molto noto ai pediatri per aver causato esantema improvviso. È spesso confusa con la rosolia, per la quale ha ricevuto il suo secondo nome - pseudo-rosolia.

Nonostante il fatto che tutti questi virus siano diffusi nei bambini, i primi tre tipi causano il maggior numero di problemi. Non solo le malattie che causano sono caratterizzate da sintomi vividi, ma i bambini spesso presentano anche varie complicazioni sotto forma di stomatite, gengivite, meningite, encefalite e altre malattie.

Tali complicanze si verificano più spesso dopo che i bambini hanno un'infezione primaria e le recidive sono di solito molto meno pericolose. Sì, e l'infezione primaria con l'herpes provoca complicazioni, di solito solo con un sistema immunitario indebolito in un bambino.

Di tutte le infezioni da herpes, ognuna ha le sue manifestazioni e caratteristiche cliniche specifiche quando infettano un bambino e quindi meritano una descrizione separata dettagliata. Ora ci concentreremo sull'herpes simplex nei bambini causato dai virus dell'herpes di tipo 1 e 2.

Sintomi dell'herpes nei bambini


I sintomi dell'herpes nei bambini sono molto simili a quelli negli adulti, ma molto spesso sono molto più pronunciati. Molto dipende dall'età in cui il bambino è stato infettato.

Quando un bambino viene infettato nei primi giorni o addirittura ore dopo la nascita, di solito parlano di herpes neonatale , che è caratterizzato da un quadro sintomatico speciale e dalle specificità del corso.

Nei bambini di età avanzata, i sintomi dell'herpes appaiono in modo leggermente diverso. Quindi, nella prima fase prodromica, non è sempre possibile capire che un bambino inizia l'herpes con precisione. In questo momento, il bambino diventa meno mobile, la sua temperatura aumenta, sperimenta gravi malessere e debolezza. Spesso in questa fase compaiono mal di testa e mal di gola, che sono un segno di herpangina. Tali sintomi vengono facilmente scambiati per un raffreddore e iniziano a combattere l'infezione sbagliata.

Nella fase successiva, sulle labbra e vicino a loro, nella cavità orale, a volte intorno agli occhi, il bambino sviluppa eruzioni cutanee pruriginose. Man mano che la loro intensità aumenta, la forza del prurito aumenta, per poi trasformarsi in dolore.

Più avanti sulle eruzioni appaiono vescicole trasparenti riempite con un liquido incolore. In apparenza, sono identici alle stesse eruzioni vescicolari negli adulti, ma si trovano su un'area più ampia e possono essere molto più pronunciati. Con lo sviluppo dell'herpes gengivite e della stomatite di un bambino, le vescicole compaiono non solo sulla pelle esterna, ma anche nella cavità orale - sulle mucose, sulle tonsille, sulla lingua e sulle gengive. Inoltre, sulle gengive sembrano piccoli punti bianchi, non meno dolorosi delle vescicole in altri luoghi.

Nel corso del tempo, queste vescicole diventano opache e il liquido in esse contenuto assomiglia al pus. Per tutto questo tempo il bambino è preoccupato per un forte dolore, con mal di gola all'herpes - problemi con la deglutizione del cibo. I bambini piccoli possono piangere molto e dormire molto male durante l'herpes grave.

Nella fase successiva scoppiano le bolle, un liquido fuoriesce da esse, in cui le particelle virali sciamano, ce ne sono letteralmente miliardi e al posto di ogni bolla appare una piccola piaga. Crosta rapidamente e in questa forma cessa di disturbare il bambino.

L'ultima fase è la fase di guarigione. La pelle al posto delle piaghe viene ripristinata, le croste vengono cosparse e non ci sono tracce di herpes.

Circa gli stessi sintomi sono caratterizzati da herpes neonatale, che, tuttavia, ha le sue specificità.

Herpes neonatale: i principali sintomi e metodi di diagnosi

L'herpes neonatale nei bambini è spesso chiamato congenito. In molti casi, i bambini vengono infettati dall'herpes durante il parto o nelle prime ore successive e i sintomi della malattia compaiono nei loro primi giorni di vita. La gravità dei sintomi e il decorso della malattia dipendono dai tempi dell'infezione.

Le conseguenze più gravi dell'infezione del feto nella gravidanza iniziale e media: in questo caso, il bambino può sviluppare idro e microcefalia, epilessia, paralisi cerebrale, cirrosi, epatite, danni ai polmoni e agli occhi.

Se il bambino viene infettato direttamente durante il parto o poco dopo, può sviluppare una delle tre forme di herpes neonatale:

  1. La forma localizzata, caratteristica per circa il 20-40% dei neonati con herpes neonatale. Con esso, la pelle e le mucose degli occhi e della bocca sono generalmente colpite. Con esso, i sintomi generalizzati di solito non si verificano, ma sulla pelle compaiono elementi vescicolari singoli o raggruppati. Molto spesso, la comparsa delle vescicole si verifica una o due settimane dopo la nascita. Due settimane dopo, con il giusto trattamento, guariscono completamente, senza lasciare residui.
  2. Una forma generalizzata in cui esiste una gamma completa di sintomi caratteristici dell'herpes: febbre iniziale, letargia, rigurgito, respiro corto e apnea, cianosi e sintomi di polmonite. Molto spesso, le ghiandole surrenali e il fegato sono coinvolti nel processo patologico. Questa forma di herpes si manifesta nel 20-50% dei casi, mentre in un quinto dei neonati i sintomi generalizzati sono registrati senza successive eruzioni cutanee.
  3. Una forma sorprendente caratterizzata da lesioni del sistema nervoso. È caratterizzato dallo sviluppo di encefalite, meningoencefalite, osservata nel 30% dei casi, e con infezione prenatale del feto, sviluppo di microcefalia, idrocefalo e comparsa di calcificazioni intracraniche. La manifestazione dell'infezione è di natura generalizzata ed è caratterizzata da tremore, convulsioni, liquido cerebrospinale, diminuzione dell'appetito del bambino e citosi.

Di norma, il periodo di incubazione durante l'infezione del bambino durante il parto dura da due a trenta giorni ed è alla fine che compaiono i sintomi della malattia.

Modi per infettare i bambini con l'herpes

L'infezione di un bambino con herpes nella maggior parte dei casi si verifica quando comunica con coetanei o adulti portatori del virus.

In molti casi, l'infezione del bambino si verifica dalla madre durante una ricaduta dell'herpes. Ciò è particolarmente vero per i bambini: durante questo periodo è estremamente difficile osservare tutte le precauzioni per proteggere il bambino dall'herpes. Inoltre, è in questa fase che la stessa madre limita abbastanza spesso la sua dieta, il che porta a ipovitaminosi, una diminuzione dell'immunità e il verificarsi di una ricaduta della malattia.

In ogni caso, ogni portatore di virus, anche nella fase latente, può essere una fonte di infezione. Pertanto, il contatto diretto di un bambino con una persona che ha mai avuto un'herpes labiale è una situazione rischiosa.

Oltre al contatto diretto, un bambino può essere infettato dall'herpes nei seguenti modi:

  • modo domestico, usando utensili comuni, cibo o vestiti
  • da goccioline trasportate dall'aria, quando una persona con una ricaduta di herpes sulle labbra starnutisce o parla ad alta voce accanto a lui
  • dalla madre durante il parto o la gravidanza.

Quest'ultimo metodo di trasmissione del virus è più rilevante se la madre viene infettata dall'herpes per la prima volta durante la gravidanza. Qui il rischio di infezione del feto è piuttosto elevato e tale infezione è irta di aborto.

Secondo le statistiche, su 100 mila neonati le cui madri non sono immuni dal virus dell'herpes simplex e sono state infettate per la prima volta durante la gravidanza, il 54% dei bambini nasce con herpes congenito. Se la madre è immune da uno dei due tipi di virus dell'herpes, questo valore diminuisce al 22-26% dei bambini per 100 mila neonati.

Anche la ricaduta dell'herpes nella madre durante la gravidanza del bambino può portare all'infezione, tuttavia, in questo caso, è meno probabile che si verifichino gravi conseguenze, poiché il feto è protetto dall'immunità materna.

Immunità innata del bambino all'herpes

Se, prima della gravidanza, la madre è riuscita a contrarre il virus dell'herpes simplex, allora con un'alta probabilità il suo bambino prima dei sei mesi non è in pericolo. Una madre con immunità normale dopo la prima conoscenza del virus dell'herpes (anche se passato durante la sua infanzia), il sistema immunitario produce anticorpi specifici per questo virus che, quando si incontrano di nuovo, lo distruggono rapidamente e in modo affidabile.

Questi anticorpi sono chiamati immunoglobuline, di solito designate Ig . Contro i virus dell'herpes, vengono prodotte le classi Ig M e G. Sono loro che vengono ricercati nel sangue per la diagnosi dell'herpes.

Di tutte le immunoglobuline, solo le IgG penetrano con successo nella barriera transplacentare a causa delle sue piccole dimensioni. Creano immunità nel feto contro l'herpes, con la quale anche un neonato sarà invulnerabile al virus.

Tuttavia, la durata di questi anticorpi è di pochi mesi e dopo circa sei mesi non rimangono più nel corpo del bambino. Quindi diventa sensibile all'herpes. Ciò è dimostrato dalle statistiche: il picco della malattia dell'infezione primaria nei bambini cade nell'8-13 ° mese di vita.

È anche importante che gli anticorpi vengano trasmessi al bambino insieme al colostro e al latte materno. Più a lungo, quindi, la madre nutrirà il bambino con il latte materno, più a lungo gli fornirà protezione contro l'infezione da herpes.

Di conseguenza, se una madre viene inizialmente infettata dall'herpes durante la gravidanza, il virus infetta entrambi i suoi tessuti, ma non le causa troppi problemi, né il tessuto e il sistema degli organi fetali, che è spesso la causa di molte complicazioni e disturbi nel suo sviluppo.

Complicanze di herpes nei bambini

In generale, non è nemmeno l'herpes stesso che è pericoloso per i bambini, ma le sue complicanze. Possono portare a gravi violazioni delle funzioni dei singoli organi e talvolta anche alla disabilità e alla morte.

Tra le complicazioni più comuni e pericolose dell'herpes nei bambini ci sono le seguenti:

  • Encefalite e meningoencefalite, che si sviluppano sia nei neonati che nei bambini più grandi. Senza trattamento, tali forme sono fatali nel 90% dei casi e, con un trattamento normale, nel 50%.
  • Paralisi cerebrale, che si sviluppa come risposta a un grave decorso dell'infezione nei neonati se non trattata.
  • Malattie dell'occhio: cheratocongiuntivite, iridociclite, erosione corneale, episisclerite, corioretinite, uveite.
  • Sindrome DIC.
  • Stomatite e gengivite, spesso in via di sviluppo come forma clinica di herpes
  • Lesioni del fegato, a volte fino all'epatite.
  • Herpangin e infiammazione delle tonsille.

In generale, nelle forme gravi di herpes nei bambini, il danno al sistema nervoso è caratteristico, quindi l'encefalite, l'epilessia e lo sviluppo della paralisi cerebrale sono i più pericolosi. È importante che le forme generalizzate di herpes nei bambini nelle prime fasi siano spesso confuse con altre infezioni, il che porta a un ritardo nel trattamento e non ha rispettato le scadenze per combattere la malattia. Ecco perché la diagnosi tempestiva dell'herpes nei bambini è di primaria importanza.

Diagnosi di herpes nei bambini

Parlando della diagnosi di herpes neonatale, è necessario prima di tutto dire del monitoraggio sistematico e continuo dello stato della madre durante la gravidanza.

La registrazione in questa fase di una ricaduta dell'herpes o di un'infezione primaria consentirà in futuro, quando il bambino svilupperà le complicanze corrispondenti, di stabilire rapidamente la causa corretta.

Un metodo importante per diagnosticare l'herpes è esaminare il bambino alla ricerca di segni di eruzioni cutanee caratteristiche. Inoltre, il pianto del bambino e il suo rifiuto di mangiare possono essere il risultato di danni alle gengive e alle superfici mucose della bocca.

Segni abbastanza chiari di herpes sono anche convulsioni di origine sconosciuta o sepsi che non scompaiono con una lotta mirata contro le infezioni batteriche.

Oltre alla diagnosi sintomatica, è necessario condurre studi strumentali e di laboratorio:

  • "Gold standard", basato sulla coltivazione del virus da vari fluidi e sostanze mucose del corpo del bambino e caratterizzato da alta sensibilità e specificità
  • microscopia elettronica
  • metodo di immunofluorescenza e rilevazione diretta del virus nel liquido vescicolare
  • reazione a catena della polimerasi
  • studio delle patologie della placenta, dello stato del cuore, del fegato del bambino, dell'imaging cerebrale.

Nella maggior parte dei casi, con la comparsa di eruzioni cutanee, non è più necessaria un'ulteriore diagnosi di herpes ed è necessario iniziare il trattamento della malattia il più presto possibile.

Trattamento dell'herpes nei bambini: farmaci, rimedi popolari, regimi di trattamento

Nel trattamento dell'herpes nei bambini, è estremamente importante essere consapevoli del fatto che anche una forma localizzata di herpes senza una corretta lotta contro di essa minaccia di svilupparsi in un'infezione generalizzata.

Se si manifestano sintomi esterni di herpes nei neonati o nei bambini più grandi, è necessaria una terapia antivirale, ad esempio con l'aiuto di Acyclovir. Viene iniettato per via endovenosa nel corpo in una quantità di 45 mg per chilogrammo di peso corporeo del bambino al giorno. Se l'infezione è generalizzata o ci sono sintomi di meningoencefalite, la dose deve essere aumentata a 60 mg / kg al giorno.

I termini del trattamento per le forme localizzate e generalizzate sono, rispettivamente, 14 e 21 giorni.

Va ricordato che la somministrazione enterale di Acyclovir è spesso inefficace.

Le aree di eruzioni cutanee sulla pelle del bambino stesso devono essere trattate con unguenti Acyclovir o Zovirax 3-4 volte al giorno.

Se il bambino a causa della malattia inizia a danneggiare gli occhi e le membrane perioculari, viene prescritto un trattamento con una soluzione di Vidarabina al 3%, una soluzione di Iodioxyuridina all'1% o una soluzione di Trifluridina al 2%.

Le immunoglobuline Pentaglobina, Sandoglobina, Intraglobina, Cytotec, Octagam sono molto efficaci nel combattere le infezioni da herpes nei bambini. Sono killer diretti del virus nel corpo e quindi sono ampiamente utilizzati nel trattamento delle infezioni generalizzate. Gli interferoni sono spesso usati - Viferon a 150.000 UI una volta al giorno per via rettale per 5 giorni - e antibiotici per sopprimere l'attivazione della microflora.

Parallelamente, il bambino dovrebbe essere trattato per mantenere le funzioni vitali del suo corpo.

Dei rimedi popolari per il trattamento dell'herpes nei bambini, vengono utilizzati decotti e infusi di iperico e liquirizia. Contribuiscono alla rapida guarigione delle ulcere nel sito di eruzioni cutanee.

Non aver paura della penetrazione del virus dell'herpes simplex nel latte materno durante una ricaduta della sua malattia. Anche con il trattamento del bambino, è necessario continuare l'allattamento. Casi eccezionali da questa regola sono situazioni in cui, quando una madre ricorre all'herpes, si verificano eruzioni cutanee sul petto.

Prevenzione dell'herpes

La prevenzione dell'herpes nei bambini varia a seconda della forma della malattia.

La prevenzione dell'herpes neonatale è la rilevazione tempestiva delle infezioni da herpes nella madre, il monitoraggio del suo stato di salute e il monitoraggio delle condizioni del canale del parto, della vulva e del perineo.

Se la manifestazione dell'herpes nella madre ha avuto luogo prima della 36a settimana del termine, prima della nascita del bambino è necessaria la terapia antivirale della madre con Acyclovir. Ciò fornirà l'opportunità per la nascita naturale.

Se il primo episodio di herpes si è verificato nella madre dopo 36 settimane, è necessario un taglio cesareo per prevenire l'herpes nel bambino.

In futuro, il principio principale per la prevenzione dell'herpes infantile sarà l'allattamento al seno regolare e probabilmente più lungo. È importante proteggere il bambino dal contatto con persone con evidenti sintomi di herpes e, se sono presenti nella madre, evitare di baciare il bambino. Se è necessario il contatto con il bambino, la madre con herpes ricorrente dovrebbe indossare una garza di cotone e lavarsi accuratamente le mani.

Se il bambino ha già sofferto di herpes, la migliore prevenzione di una ripetuta esacerbazione della malattia sarà una dieta corretta, abbondante e ricca di vitamine, uno stile di vita attivo e frequenti attività all'aperto. E se un bambino sviluppa malattie, è necessario curarle il più rapidamente possibile, poiché anche i semplici mal di gola minano notevolmente il sistema immunitario e contribuiscono alla ricorrenza dell'herpes.

E ricorda: più il bambino è sano, più è protetto dall'herpes in modo affidabile. Pertanto, sport, indurimento e aria fresca saranno sempre i difensori più affidabili di questa malattia comune.

Auguriamo a te e al tuo bambino una buona salute!

Vedi anche:

Su herpes mal di gola nei bambini: dai sintomi al trattamento

Informazioni sull'herpes di tipo 6 nei bambini, le caratteristiche del virus e il trattamento della malattia da esso causata

Cosa è utile sapere sulle infezioni erpetiche nei bambini

вирусах герпеса Informazioni sui virus dell'herpes
лечение герпеса A proposito del trattamento dell'herpes